Gruppo Archeologico Paolo Orsi

Home

 “La Calabria è, e rimane, la terra delle grandi sorprese [...]. Questa povera e negletta terra bisogna sinceramente amarla e comprenderla, bisogna circondarla di amorosa passione per strappare all’oblio i resti del suo patrimonio archeologico ed artistico, eloquenti testimoni del suo passato”.

Dal volume: "Le Chiese Basiliane della Calabria"

E' con questo celebre messaggio che vi introduciamo al nostro sito web, alle attività del Gruppo, all'archeologia del territorio.

L'archeologia in Calabria è legata al nome di Paolo Orsi, che per primo sottolineò, con studi e ricerche, le potenzialità di un territorio la cui cultura ha radici profonde, che si perdono nella storia dell'umanità.

Quando Orsi, al termine delle sue affannose ricerche, si trovò a parlare della Calabria, volle descriverla con semplici parole, cariche di passione e amore, celando dietro di esse la forza e la determinazione di un territorio che andava riscoperto e valorizzato, in quanto aveva ancora tanto da offrire ai propri abitanti e alle generazioni future.

E' un messaggio chiaro e indicativo, che ci rappresenta negli intenti e nell'amore verso la nostra terra e le nostre tradizioni.

Proseguendo sul cammino intrapreso dall'Orsi, vogliamo contribuire in prima persona alla riscoperta culturale di un passato che ci appartiene, con l'orgoglio e la passione che un territorio come il nostro riesce a infondere in ciascuno di noi.

Durante gli anni in cui effettuò le sue ricerche in Calabria, Paolo Orsi ebbe modo di scoprire una regione ben più ricca di ciò che nascondeva sotto terra, con gli occhi di chi, venendo da fuori, è capace di coglierne le peculiarità ed apprezzare tanto le bellezze storiche e paesaggistiche, quanto il cuore dei suoi abitanti.

E' con gli stessi occhi e lo stesso cuore che guardiamo alla nostra terra per ciò che è stata e per ciò che potrebbe essere grazie al nostro contributo volontaristico.

A Paolo Orsi va la nostra stima anche in qualità di uomo di provata cultura, studioso dedito alla professione, primo ad aver applicato rigore metodologico alla ricerca archeologica in Italia.

Siamo onorati di intitolargli il nostro Gruppo.