La villa romana di località Rollo

La villa romana di campagna era un tipo di residenza particolarmente diffusa nel periodo tardo repubblicano. Erano definite "rustiche" quelle al centro di una attività agricola permanente. I basamenti a criptoportico erano molto diffusi per regolarizzare i pendii su cui la costruzione sarebbe stata realizzata, ma anche per costituire una serie di ambienti di servizio e di comunicazione sotterranea tra le varie parti della villa.
 

LA VILLA ROMANA DI LOCALITA’ ROLLO

Le strutture, appartenenti ad una villa romana e disposte sul fianco di una collina, sono su tre livelli. In basso, un muro continuo, a grosse pietre appena squadrate, definisce la prima terrazza. L’intercapedine tra questo muro e il pendio è riempita da una specie di conglomerato incoerente. Sopra, affiorano una serie di volte a botte, di notevoli dimensioni, disposte in serie autocontraffortantesi, costruite con rozzo conglomerato e con intradossi rifiniti da uno strato di scaglie sottili.
La forma della terrazza superiore era certamente poligonale. Al centro di essa, uno scavo abusivo ha messo in luce altre volte a botte autocontraffortantesi, pertinenti, forse, a cisterne o a cantine.
Sul piano della terrazza superiore è stato trovato del materiale termale ancora sul posto. Probabilmete, la terrazza superiore apparteneva al settore residenziale del complesso col balneum.
Tra i rinvenimenti in superficie ricordiamo: mattoni per suspersurae, frammenti di embrici e di laterizi, frammenti di cocciopesto, anfore.
La povertà delle strutture e dei reperti farebbe pensare a una villa rustica piuttosto che ad una villa patrizia.
Il tipo di conglomerato usato induce a proporre, per questa struttura, una datazione molto alta, probabilmente repubblicana.

Estratto da "VILLE ROMANE NELL’AGER BRUTTIUS: il paesaggio rurale calabrese durante il dominio romano" dii SIMONA ACCARDO , Roma, L’ERMA DI BRETSCHNEIDER, 2000

 Arcate sostruzioni.jpgOlivo centenario che abbraccia mura antiche.jpgP1110553.jpgP1110557.jpgP1110560.jpgP1110561.jpgP1110566.jpg